Conosciamo meglio i DSA, Disturbi Specifici dell’Apprendimento

blog

Conosciamo meglio i DSA, Disturbi Specifici dell’Apprendimento

DSA Disturbo dell'apprendimento, cos'è ? Cosa significa? Cosa fare? Sintomi? Scuola?

L’importanza di conoscere meglio questi disturbi per i genitori, per una corretta
collaborazione famiglia-professionisti.

Il primo contatto col termine “DSA” genera, per la maggioranza dei genitori, un forte senso di disorientamento.
Il secondo pensiero è quello che sicuramente, il figlio/a che non segue le tappe di apprendimento dei coetanei, sia sicuramente affetto da questo disturbo.
Ma vediamo nello specifico quali sono i disturbi specifici dell’apprendimento e come riconoscerli.

I DISTURBI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento sono un deficit funzionale nelle aree del cervello che permettono letto/scrittura e calcolo.

La disfunzione è presente a livello del Sistema Nervoso Centrale e non permette al bambino di imparare a livello automatico letto/scrittura e calcolo.
Abbiamo un disturbo di apprendimento quando:

• Il profilo di difficoltà non è spiegabile in nessun altro modo (scarso impegno, ecc..)
• Non esistono strategie di guarigione perché non siamo di fronte ad una malattia, bensì i processi cognitivi alla base sono disfuzionali.

I criteri di esclusione, ai fini della diagnosi, ovvero quelle caratteristiche che fanno sì che non sia possibile considerare la difficoltà un DSA, sono:

I. I soggetti considerati “falsi positivi”, ovvero coloro che manifestano una forte difficoltà ma che se aiutati riescono a raggiungere il livello dei compagni;
II. Ritardo mentale, nei casi di profilo intellettivo basso;
III. Bambini con disturbi nella sfera emotiva;
IV. In presenza di disturbi sensoriali, un esempio classico è il bambino che ha problemi di vista, conseguentemente avrà un rallentamento nell’apprendimento della lettura;
V. Infine i contesti ipostimolanti, quelli di svantaggio e deprivazione socioculturale.

Il restante 2/3% dei bambini presenta una effettiva diagnosi di DSA.

Nello specifico sono bambini che mostrano:

i. Un profilo cognitivo nella norma (anzi, spesso è più alto);
ii. Un apprendimento significativamente deficitario;
iii. Un disagio significativo;
iv. Un profilo resistente all’intervento e automatizzazione.

Nello specifico, quando sono presenti difficoltà nel consolidamento dei meccanismi di lettura, potremmo essere di fronte alla dislessia; quando non riesce a scrivere in modo ortograficamente corretto potrebbe essere disgrafia o disortografia.

Infine le difficoltà che riguardano il conteggio, la lettura o scrittura di numeri, memorizzazione delle tabelline o l’esecuzione di calcoli scritti piuttosto che a mente potrebbe essere discalculia

Mio figlio avrà un DSA?

Innanzitutto è doveroso premettere che non tutte le difficoltà di apprendimento, e non tutti i “rallentamenti”, sono dovuti ad un DSA.
Ogni individuo, infatti, ha ritmi e tempi di sviluppo differenti (non necessariamente legati ad un disturbo; alcuni possono infatti essere associati a problemi generali del neurosviluppo, altri possono risentire di cause ambientali-situazione di svantaggio socioculturale, lunghe assenze scolastiche-, ecc..).

L’importante è che genitori, insegnanti e pediatra, svolgano un ottimo lavoro di squadra segnalando tempestivamente eventuali difficoltà riscontrate e rivolgendosi, nel minor tempo possibile, agli specialisti esperti di DSA.

Ma quali sono gli specialisti per i DSA?

La diagnosi per un disturbo specifico dell’apprendimento avviene presso l’ASL territoriale o presso un centro privato accreditato dalle ASL.

Il team di esperti che collabora per la diagnosi è composto (per legge) necessariamente da: psicologo, neuropsichiatra infantile, logopedista.

Qualora la diagnosi avvenisse in tarda età, con un soggetto maggiorenne, la figura del neuropsichiatra infantile viene sostituita dal medico specialista formato sui DSA.

Articolo scritto dalla Dott.ssa Annalisa Marconi Psicologa clinica

Iscriviti per ricevere ogni mese gli articoli dei professionisti di Crescimi

Psicologi, pedagogisti, logopedisti, educatori, fisioterapisti, psicomotricisti ecc…

Iscriviti e riceverai subito gli sconti sui prodotti per bambini di Crescimi

    In ottemperanza al GDPR e al Decreto legislativo italiano n. 196 del 30/06/2003, autorizzi il trattamento dei dati personali?
    Autorizzo il trattamento dei miei dati personali*

    Autorizzi il trattamento dei dati personali per finalità di Marketing?
    Acconsento al trattamento dei miei dati personali per finalità di Marketing

    Informativa trattamento dati personali
    I campi contrassegnati da un (*) sono obbligatori per una corretta registrazione.

    * ti ricordiamo che non diamo consulti terapeutici.